Il Cross Crawl
Il Cross Crawl

Il Cross Crawl

Il Cross Crawl. Di che cosa si tratta e come può essere utilizzato in campo terapeutico.

Hai la sensazione che ti manchi la coordinazione? Ti capita spesso di andare ad urtare stipiti delle porte e oggetti? Hai difficoltà di concentrazione e di apprendimento? Ti capita di muoverti in una direzione, ma in realtà volevi andare verso il lato opposto?

In questo articolo ti parlerò di una possibile causa di queste condizioni e di una semplice quanto efficacissima tecnica per la loro gestione, il Cross Crawl.

Indice
La Disorganizzazione Neurologica

David S. Walther, autore del libro “Applied Kinesiology: Synopsis”, descrive una condizione di Disorganizzazione Neurologica come “una contraddittoria trasmissione di informazioni dai recettori afferenti al sistema nervoso centrale che impedisce alla persona di utilizzare al meglio il suo potenziale fisiologico.

La disorganizzazione neurologica si presenta come una stimolazione distorta dei recettori sensoriali, siano essi meccanocettori o “recettori mentali”. Non si tratta di una patologia, bensì di un temporaneo stato di “confusione” sensoriale del sistema nervoso a cui viene meno la capacità di gestire adeguatamente gli stimoli provenienti dall’ambiente in cui vive e che può colpire chiunque.

Che cosa accade

Questo stato fa si che le capacità di coordinazione e di reazione di un individuo risultino alterate. Finire continuamente con il piede contro un ostacolo mentre si cammina rischiando di cadere, urtare inavvertitamente contro gli oggetti mentre ci si muove, ma anche la difficoltà di mantenere l’attenzione, o dimenticarsi cose che ci sono state appena comunicate poco tempo dopo, sono tutte possibili conseguenze di una Disorganizzazione Neurologica in atto.

“Finire continuamente con il piede contro un ostacolo mentre si cammina rischiando di cadere, urtare inavvertitamente contro gli oggetti mentre ci si muove, ma anche la difficoltà di mantenere l’attenzione, o dimenticarsi cose che ci sono state appena comunicate poco tempo dopo, sono tutte possibili conseguenze di una Disorganizzazione Neurologica in atto”

Perchè accade

Uno dei fattori in maggior modo predisponente dell’insorgere di una condizione di Disorganizzazione Neurologica, è senz’altro l’accumulo di stress. In periodi particolarmente impegnativi e stressanti infatti è molto probabile vivere una delle condizioni descritte sopra. Questo accade perché, se il nostro sistema nervoso viene inondato di stimoli a tal punto da non riuscire più a gestirli in maniera ottimale, la sua risposta ad ulteriori richieste, anche di semplice entità, potrebbe non essere efficiente.

Sappiamo che il cervello è composto di due emisferi, ciascuno dei quali è dominante in una certa sfera e che il controllo esercitato dagli emisferi cerebrali sul corpo è incrociato. L’emisfero destro controlla l’emilato sinistro, mentre l’emisfero sinistro controlla l’emilato destro del corpo. Inoltre sappiamo che le varie funzioni del cervello sono localizzate in aree diverse e l’emisfero sinistro è quello che determina le funzioni logiche, quali leggere, scrivere, fare i conti ecc., mentre l’emisfero destro determina le funzioni artistiche. Ovviamente le due parti, nonostante abbiano dei compiti più o meno specifici, devono lavorare in modo sincronizzato e questa interazione può subire uno squilibrio determinato da una Disorganizzazione Neurologica.

Stress
Il Cross Crawl

Il Cross Crawl è una tecnica in cui si effettuano dei movimenti dove vengono coinvolti contemporaneamente gli arti opposti del corpo. Come quando si deambula per esempio, si muovono insieme il braccio destro e la gamba sinistra e viceversa. Questi esercizi servono a favorire il ripristino dell’integrazione dei due emisferi cerebrali, quindi migliorare la concentrazione, l’apprendimento e agevolare la lettura; agevolare la circolazione del sistema linfatico, quindi stimolare il sistema immunitario, sentirsi più energici e ridurre lo stress. Anche le tensioni muscolari sono alleviate attraverso la pratica, anche di pochi minuti, del Cross Crawl. I movimenti del Cross Crawl fanno appello ai circuiti neurali che si sviluppano nel cervello durante il gattonamento del bambino e possono essere eseguiti in diversi modi, simulando l’andatura laterale per esempio, o quella a ritroso, o toccando con la mano destra il piede sinistro e viceversa.

Il Cross Crawl nella Kinesiologia Applicata

Il Cross Crawl è una tecnica molto utilizzata dalla Kinesiologia perché può capitare che al termine di una seduta, la persona tenda a riassumere immediatamente la postura che ha provocato il malessere e quindi ad accusare nuovamente i sintomi. Facendo effettuare la tecnica al soggetto, anche per pochi minuti, si va a ripristinare l’organizzazione tra i due emisferi e a consolidare il riequilibrio. Ai movimenti del corpo si possono affiancare anche movimenti degli occhi in direzioni diverse, in senso orario e in senso antiorario, o il contare in ordine crescente o decrescente; far tenere gli occhi chiusi o aperti durante l’esercizio, o far appoggiare la lingua contro il palato per forzare una respirazione con il naso.

Conclusioni

Ora conosci la tecnica del Cross Crawl e hai capito quanto può essere importante il suo utilizzo e in quali circostanze. Rivolgiti al giusto professionista e attua la giusta “inversione” alla nella tua vita!

Letture e riferimenti utili per questo articolo

Lascia un commento