Anca, asse fondamentale delle relazioni
Anca, asse fondamentale delle relazioni

Anca, asse fondamentale delle relazioni

Come gli arti inferiori e le articolazioni e le ossa che li compongono sono legati profondamente alle relazioni che ognuno di noi ha con il mondo in cui vive e con gli altri. L’anca, asse fondamentale delle relazioni con il mondo.

Indice
Gli arti inferiori

Il ruolo delle nostre gambe è quello di permetterci di muoverci nello spazio e di dirigersi verso gli altri. Si tratta quindi del mezzo principale che ci mette in relazione con il mondo e con gli altri. Tutto ciò che appartiene all’arto inferiore è ricollocabile al movimento nello spazio ed in particolare allo spazio relazionale. Le nostre gambe sono pertanto i nostri vettori di relazione.

Gli squilibri legati agli arti inferiori

Le tensioni e i dolori che affliggono gli arti inferiori ci comunicano il nostro coinvolgimento in tensioni relazionali con il mondo o con le persone che gravitano intorno a noi. Ci indicano la difficoltà che abbiamo di avanzare o di arretrare nel nostro spazio relazionale del movimento.

L’anca, asse fondamentale delle relazioni

L’anca rappresenta l’articolazione primaria dalla quale partono tutti i potenziali movimenti degli arti inferiori. Rappresenta anche l’asse fondamentale del nostro mondo relazionale. I nostri schemi profondi, le nostre convinzioni rispetto alle relazioni con gli altri e con il mondo e il modo in cui lo viviamo, sono somaticamente rappresentati dall’anca. E’ a partire da essa che il nostro essere si pone in relazione con il mondo.

“I nostri schemi profondi, le nostre convinzioni rispetto alle relazioni con gli altri e con il mondo e il modo in cui lo viviamo, sono somaticamente rappresentati dall’anca”

Gli squilibri legati alle anche

I dolori, le tensioni, i blocchi che affliggono le anche ci indicano che stiamo attraversando una situazione in cui le radici delle nostre convinzioni profonde vengono rimesse in discussione. I nostri appoggi interiori di fondo, le nostre convinzioni più profonde relative al rapporto con la vita ci abbandonano. Ci troviamo all’interno del contesto del tradimento e dell’abbandono. Quando l’anca in squilibrio è la sinistra, il vissuto di tradimento o di abbandono è legato al simbolismo Yang, quindi alla figura paterna; se l’anca in squilibrio è invece quella destra, il vissuto di tradimento o di abbandono è legato al simbolismo Yin, quindi alla figura materna.

Letture e riferimenti utili per questo articolo

Lascia un commento